Blog

libriadmin

Ott 17, 2019

Apprendere con “I libri per tutti”: come usarli in classe?

Inclusione significa appartenenza al gruppo e partecipazione sociale, ma anche effettuare un percorso di apprendimento in base alle reali possibilità. È fondamentale favorire lo sviluppo di una cultura di condivisione e di partecipazione nella costruzione di percorsi didattici inclusivi.

Quotidianamente genitori ed insegnanti sono alla ricerca di nuove strategie per rendere gli ambienti di vita di tutti i bambini, in primis la scuola, contesti adatti a tutti e accoglienti. La narrazione può essere una via privilegiata per la costruzione del sistema classe come comunità: attraverso momenti di lettura condivisa, liberati da obiettivi didattici, i bambini attingono all’esperienza autentica della parola. “I libri per tutti” offrono possibilità personalizzate di lettura, perché ogni bambino trovi una via di accesso alle storie, integrando tutte le competenze comunicative a sua disposizione.

“I libri per tutti” sono una risorsa significativa tra gli strumenti di inclusione reale perché aiutano ad innescare processi virtuosi nel sistema integrato che si crea intorno ai bambini: ecco i consigli di Anna Peiretti, responsabile del progetto, per conoscere meglio perché e come utilizzarli.